EconomiaPoliticaSocietà

Ilva, i filibustieri della politica!

Vedete cosa accade, quando un parlamentare è nominato d’ufficio e non eletto democraticamente dal popolo, come accaduto nelle ultime elezioni politiche, grazie al #Rosatellum voluto dal Partito Democratico e condiviso da Forza Italia e Lega?
Non sente il bisogno di intervenire per #Ilva, per #Taranto o per la #Puglia, anche se la Puglia, dicono ovunque di volerla rappresentare.
Eppure qui in discussione non c’è solo l’Ilva, Taranto, la Puglia o il Sud d’Italia, ma tutto il Paese.
E quanto grande deve essere un problema per sentire la voce di chi ha la presunzione di voler rappresentare la Puglia, il Sud e l’intera Nazione?
Ha ragione Dario Ginefra quando, riferendosi ai protagonisti della politica del centrosinistra pugliese dice che “Oramai 2/3 del tempo della politica è finalizzato a “piacere” agli elettori e alle elettrici.” E aggiunge: “Il consenso più che sulle azioni politiche e di Governo lo si conquista ammiccando in una foto o in un video o dichiarando qualcosa che possa far breccia nei cuori di tanti.”
Sono i #filibustieri della #politica.
In prima fila per #celebrare#ricorrenze#sagre e #fiere o farsi riprendere in video per un “like”, latitanti quando devono sporcarsi le mani o annusare il dolore delle persone.
Loro, con amici, parenti e compagne fanno carriera, mentre il #Sud arretra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*