EconomiaPoliticaSocietà

NO TAP!

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Mena è un documentario di denuncia. La voce di un contadino fa da controcanto alle proteste in corso a Melendugno, in Salento, punto di arrivo del gasdotto Tap proveniente dall’Azerbaigian.

Testimonianze dirette degli attivisti si alternano a quelle istituzionali. L’affare da 45 miliardi di dollari, dichiarato strategico dall’Unione Europea, ha stravolto la vita di un piccolo comune di diecimila abitanti. Mentre la magistratura indaga sull’ipotesi che sia stata aggirata una direttiva europea sulla sicurezza dell’impianto, che sorgerà a poche centinaia di metri dalle abitazioni, i lavori per realizzare l’opera continuano in gran fretta sotto la sorveglianza di centinaia di forze dell’ordine in tenuta antisommossa. Scontri, violenza, percosse sono oramai consuetudini per quella che era una tranquilla località di vacanza a ridosso di una delle più belle spiagge d’Europa.

Il viaggio si sviluppa attraverso il racconto dell’uomo che ha ceduto il suo terreno agli attivisti per consentirgli di presidiare l’area limitrofa al cantiere. Un flusso di coscienza lo riporta all’infanzia quando le campagne erano presidiate dai militari nel Dopoguerra. Sicurezza, democrazia, ambiente vengono alla ribalta attraverso una denuncia che a tratti si fa poetica e letteraria, per mezzo della tradizione e della storia di una terra abitata da un popolo che Tommaso Fiore assimilò alle formiche e che ha per antenati i contadini che nel 1952 si opposero ai soprusi dello Stato attraverso una lunga e dolorosa resistenza, sublimata poi nei versi di Vittorio Bodini.

Il vocabolo mena è un universo condensato di significati che deriva dal dialetto locale. L’urgenza di informare sulle violazioni in corso e lanciare un appello di solidarietà trova riscontro in una delle accezioni di questa parola.

Per contattare Maria Cristina Fraddosio: mcfraddosio@gmail.com – cell. +393332524210

MENA
ITA2018
DURATA: 17’09’’
REGIA: MARIA CRISTINA FRADDOSIO
RIPRESE: MARTINA MARTELLONI E MARIA CRISTINA FRADDOSIO
INTERVISTE: MARIA CRISTINA FRADDOSIO E MARTINA MARTELLONI
MONTAGGIO E POSTPRODUZIONE: MAURO PETITO
MUSICHE: CANZONIERE GRECANICO SALENTINO E KAUS MERIDIONALIS
TESTI LETTERARI DI: VITTORIO BODINI E TOMMASO FIORE
LETTI DA: GIANCARLO CATTANEO
IMMAGINI DI REPENTORIO E DEI CONTADINI: “L’ARNEIDE – LO STATO FA LA GUERRA AI CONTADINI” DI LUIGI DEL PRETE
IMMAGINI PROTESTE E SCONTRI: COMITATO NO TAP E BARTOLOMEO PARADISO
IMMAGINI FINALI: OFFICIAL VIDEO LU GIUSTACOFANE
TRADUZIONE IN LINGUA INGLESE: VINCENZO PAOLO FRADDOSIO

Note biografiche:
Maria Cristina Fraddosio, giornalista e traduttrice. Nata a Bari nel 1986 e residente a Roma. Dal 2015 collabora con la sezione Mondo Solidale di La Repubblica. Ha scritto anche per L’Espresso e Il Venerdì. Attualmente scrive anche per Il Fatto Quotidiano. Nel 2017 ha vinto la prima edizione del premio giornalistico intitolato a Carlo Azeglio Ciampi “Schiena Dritta” con l’inchiesta “All’ombra del caporalato”.

In merito alla realizzazione del gasdotto Tap, è autrice di svariate inchieste pubblicate su L’Espresso e su Il Fatto Quotidiano. Tra queste “Rischi estremamente rilevanti. Ma il governo ha nascosto la relazione e sbloccato il Tap”, uscita su Espresso.it il 5 settembre 2017, rimossa dalla redazione quattro ore dopo e tornata online in versione estremamente ridotta a distanza di un mese.

MENA from Maria Cristina Fraddosio on Vimeo.